Dante vivo

In occasione del settimo centenario della morte, il Comune di Pistoia offre il suo omaggio al Sommo Poeta con la mostra Dante Vivo, allestita nella biblioteca Forteguerriana. Si tratta di un’esposizione di testi molto rari e preziosi, tra i più antichi in Italia, che riguardano l’opera dantesca, in un percorso che parte dal Trecento fino a raggiungere i giorni nostri. In mostra la prima rarissima edizione folignate della Commedia del 1472, stampata a distanza di non molti anni dall’invenzione della stampa da parte di Gutenberg. Presente anche un manoscritto contenente il Paradiso della fine del Trecento e un testo del 1487, sempre della Divina Commedia, stampato a Brescia, nel quale sono presenti xilografie che rendono il volume ancora più prezioso. Tra le curiosità una Commedia “tascabile” ottocentesca e un’altra trascritta su un solo foglio. Tutte le opere presenti nella mostra sono conservate nella biblioteca Forteguerriana.

L’apertura dell’esposizione è prevista lunedì 19 luglio alle ore 18 in biblioteca Forteguerriana, con la presentazione e un percorso conoscitivo guidato dalla curatrice Chiara Murru.

«Pistoia vuole celebrare l’importante ricorrenza dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri – ha sottolineato l’assessore alle attività e istituti culturali Margherita Semplici – valorizzando il proprio ingente patrimonio documentario: proprio per questo è stato ideato il progetto “Dante vivo” per diffondere le opere immortali del  padre della lingua italiana. Il progetto, presentato dal “Sistema delle biblioteche e degli archivi comunali” di Pistoia, è stato riconosciuto meritevole dal Mibact/Comitato nazionale celebrazioni dantesche, ottenendone sia il patrocinio che un finanziamento, inserendosi di fatto in un contesto di eventi a livello nazionale».

La mostra bibliografico-documentaria allestita nella sala Gatteschi si articola in tre sezioni: la prima è Dante vivo: tra Quattrocento e Cinquecento con le prime edizioni a stampa della Divina Commedia e due importanti raccolte di rime; la seconda sezione, Dante vivo: dal Settecento al Novecento, offre al visitatore gli esemplari delle opere di Dante conservati nella Forteguerriana, mentre la terza dal titolo Su Dante per Dante: dal Quattrocento a oggi (Pistoia e dintorni) è dedicata ai contributi e ai progetti realizzati in onore del Poeta, da studiosi in vario modo legati a Pistoia e alla sua antica biblioteca come ad esempio il canzoniere Petretum di Tommaso Baldinotti, scrittore e copista pistoiese del 1400.

I visitatori potranno partecipare in presenza, nel rispetto delle normative anti-Covid. Per farlo gli interessati devono prenotarsi telefonando al numero 0573 371452 (lunedì, mercoledì e venerdì 9.00-13.30 – martedì e giovedì 9.00-13.30 e 15.00 – 17.30).

A corollario della mostra, che si potrà visitare anche online sul sito della biblioteca Forteguerriana, prossimamente prenderà il via un programma articolato di conferenze che si svolgeranno sempre negli spazi della biblioteca di piazza della Sapienza. E’ inoltre pubblicato  il catalogo cartaceo  della mostra, progettato e scritto dalla curatrice come una vera e propria guida per facilitare la comprensione e la fruibilità dei testi e dei documenti archivistici esposti.

Per conoscere il programma dettagliato delle visite guidate e avere informazioni sulla mostra:

http://www.forteguerriana.comune.pistoia.it/

https://www.facebook.com/biblioteca.forteguerriana

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: