Pistoia Blues 2021

Storytellers – Suoni d’Autore” è la rassegna che animerà il mese di luglio 2021 in Piazza Duomo a Pistoia. Una rassegna incentrata sull’esplorazione dei tanti linguaggi che la musica italiana ha sviluppato negli ultimi quarant’anni per raccontare storie ed emozionare il pubblico. In particolare i concerti in programma presentano autori di canzoni tra mainstream, rock, indie, rap e soul, tra vari stili e diversi approcci generazionali.

La rassegna, oltre a presentare un grande classico della musica italiana, padre di tutti gli autori di oggi, Francesco De Gregori (12/7), apre le porte a una nuova generazione di musicisti e parolieri che stanno fortemente connotando il mercato e il gusto del pubblico con una vitalità espressiva che non si vedeva da anni. Dal vincitore di Sanremo 2020 Diodato (15/7) al soul di Ghemon (11/7), dal rock crudo di Motta (10/7) alla canzone elettronica dei Subsonica (9/7), dal nuovo cantautorato/indie di Fulminacci (8/7), all’approccio risolutamente black di Frah Quintale e Venerus (13/7) fino alla sperimentazione di Iosonouncane (14/7), il menu è particolarmente ricco di portate e di sapori.

Ancora una volta a Pistoia sarà di scena, come nella tradizione di Pistoia Blues, la qualità. Una rassegna, fotografia fedele della musica italiana di oggi, con particolare attenzione all’aspetto qualitativo che da sempre caratterizza le proposte estive della città. Una città  che nel corso dei decenni si è ritagliata un posto d’onore nel variegato panorama degli eventi estivi.

Prevendite dalle ore 10 del 20 maggio su www.ticketone.it e ticketmaster.it

https://pistoiablues.com/

Storia del Pistoia Blues Festival

A Pistoia, fin dagli anni sessanta, quando i generi musicali blues e jazz erano piuttosto elitari, nella città già c’erano gruppi e musicisti capaci di sviluppare conoscenza e sensibilità per queste espressioni musicali e di avere, inoltre, la passione per comunicare ad altri il patrimonio di emozioni, di cultura e di apertura mentale ad esse collegate. Questa tradizione non si è mai interrotta. Anche da questi semi e da questo humus nasce il Pistoia Blues, uno dei festival italiani più radicati tra appassionati ed artisti.

Il Pistoia Blues Festival vanta nei confronti delle numerose manifestazioni di musica popolare contemporanea, toscane e italiane, il primato della longevità; è, con pochi altri, uno dei festival musicali con la storia più lunga.
Nato nel 1980 con un programma di alto livello, si pone fin dall’inizio in evidenza nel panorama delle manifestazioni musicali italiane conquistando rapidamente una posizione di riferimento in un periodo nel quale, gli eventi dal vivo non erano ancora molto diffusi.
Il Pistoia Blues nel corso del tempo è maturato e ha ampliato i propri campi di azione, presentando di volta in volta le migliori formazioni, gli artisti e le bands più rappresentative a livello internazionale. Osservando la lista degli artisti che vi hanno partecipato si può effettivamente ricostruire buona parte della storia della musica blues e rock blues degli ultimi decenni, attraverso personaggi come B.B. King, Muddy Waters, Frank Zappa, Bob Dylan, Lou Reed, John Lee Hooker, Santana, Patti Smith, Stevie Ray Vaughan, Sting, Pino Daniele, Buddy Guy, Ben Harper, Pearl Jam e centinaia di altri.

Da sempre realizzato nel mese di Luglio, il Pistoia Blues fa parte del cartellone di eventi del Pistoia Festival, un tempo denominato “Luglio Pistoiese”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: