Mostra fotografica scout

Nei giorni del 30 e 31 marzo e del 6 e 7 aprile, si è tenuta a Pistoia nell’atrio del palazzo comunale, la mostra fotografica del gruppo scout PISTOIA 3. Questo evento è stato organizzato per partecipare alla grande manifestazione “San Giorgio” che è un ritrovo di tutti i gruppi scout della regione Toscana.

La mostra si divideva in 4 settori: il primo dove veniva spiegata la nascita del gruppo PT3 che affonda le sue origini nel 1972, quando un parroco di Pistoia, Luigi Pratesi, mettendosi d’accordo con altri capi scout, decise di creare dei gruppi di bambini che erano soliti riunirsi il sabato pomeriggio e la domenica mattina per svolgere le attività di gioco insieme e la domenica prendevano la messa.

Per distinguersi dagli altri gruppi scout il nuovo gruppo decise di adottare come simbolo un fazzoletto di colore grigio e rosso. Poiché ebbero delle difficoltà nel trovare le giuste tonalità di grigio, scelsero il colore panna e il rosso disegnando il fazzoletto a strisce. Nel 1973, è stata effettuata la prima uscita in una scuola elementare di Piteglio non frequentata. Nel 1976 c’è stato il primo “San Giorgio” a Spianessa, al quale presero parte i diversi gruppi scout di Pistoia e provincia. Nel corso degli anni fino ad arrivare ad oggi, il gruppo PT3 ha partecipato a numerose manifestazioni sia a livello regionale che nazionale.

Il secondo settore è stato organizzato per dimostrare i nodi e gli strumenti tipici degli scout con degli esempi pratici, in particolare è stato possibile ammirare come si effettuano le scanalature dei legnetti che occorrono per costruire la cucina da campo ed i tavoli su cui ritrovarsi per il pranzo e la cena. La terza parte era dedicata alla spiegazione del gruppo PT3, costituito da 3 squadre: i lupetti frequentato dai bambini più piccoli, il reparto formato dai ragazzi più grandi e il clan dagli adulti. L’ultimo settore mostrava come è possibile cucinare avendo a disposizione soltanto un vaso, della carta stagnola ed il fuoco.

A completare la mostra vi erano dei video che trasmettevano le tipiche attività del loro gruppo. L’evento è stato molto interessante, perché ha permesso alle varie persone di scoprire le usanze e le tradizioni dei gruppi scout, in particolare del gruppo Pistoia 3.