Io non sono leggenda

IO NON SONO LEGGENDA di Andrea Mastrovito – Musei Civici di Pistoia

Ai sensi del DPCM 14 gennaio 2021, che prevede la riapertura dei musei nelle regioni in fascia gialla, come la Toscana, nei giorni feriali dal lunedì al venerdì, da lunedì 18 gennaio sono pronti ad accogliere nuovamente il pubblico i Musei Civici (Museo Civico d’arte antica in Palazzo Comunale, Museo dello Spedale del Ceppo e Museo del Novecento e del Contemporaneo di Palazzo Fabroni) e la mostra Andrea Mastrovito | Io non sono leggenda a Palazzo Fabroni.

La mostra di Andrea Mastrovito sarà prorogata fino a domenica 28 febbraio.

Curata da Davide Dall’Ombra, la personale IO NON SONO LEGGENDA di Andrea Mastrovito, tra gli artisti più significativi della sua generazione, è la mostra creata in occasione della consegna dell’omonima opera a Palazzo Fabroni.
I Am Not Legend è, infatti, l’opera-video nata dal progetto con cui l’artista e Casa Testori di Novate Milanese, in collaborazione con il Comune di Pistoia/Museo del Novecento e del Contemporaneo di Palazzo Fabroni, si sono aggiudicati la sesta edizione dell’Italian Council 2019, il programma di promozione di arte contemporanea italiana nel mondo della Direzione Generale Creatività Contemporanea del MIBACT.
A Palazzo Fabroni è proiettata nel grande salone su un’imponente parete di libri. E’ un film della durata di 1h12’, realizzato stampando in dimensione A4 tutti i fotogrammi de Night of the Living Dead (1968) di George Romero e intervenendo su ogni foglio con la pittura bianca.
L’opera prevede la realizzazione di una sola copia, destinata alla collezione permanente di Palazzo Fabroni, oltre a un’exhibition copy utilizzata per il tour mondiale in diverse sedi museali e centri culturali internazionali. Dopo la presentazione in anteprima a New York, presso Magazzino Italian Art a Cold Spring, il 15 agosto scorso, e al MUDAM del Lussemburgo, il 12 settembre, la prima ufficiale avviene a Pistoia il 25 settembre, in occasione dell’inaugurazione della mostra. Palazzo Fabroni ne ha concessa copia alla GAMeC per la mostra Ti Bergamo, quale gesto di solidarietà e vicinanza alla città natale dell’artista.
Con la mostra, l’opera entra nella collezione permanente di Palazzo Fabroni contestualizzando il lancio del film (proiettato nel salone del primo piano) all’interno di un percorso espositivo che, da un lato, ripercorre la genesi dell’opera (sale del secondo piano oltre la passerella), dall’altro intende essere una fotografia della ricerca che Andrea Mastrovito ha condotto negli ultimi anni di attività.